Skip to main content

Lapide viale Monza 102

In memoria di Silvano Polenghi

Silvano Polenghi nasce a Milano il 1° ottobre del 1925. Come sottolinea la sua scheda autobiografica, è residente in viale Monza 1o2, all’interno di un caseggiato dove vivono numerosi antifascisti (fra cui Luciano Gabellini, partigiano ricordato nella lapide di via Rovetta 14). Silvano lavora come tornitore alla Pirelli e, proprio in fabbrica, viene arrestato dai nazisti il 23 novembre del 1944. Incarcerato a San Vittore, viene deportato il 28 novembre del 1944.

Arriva a Reichenau (Innsbruck) circa una settimana dopo. Da qui viene trasferito nello Straflager (lager di punizione) di Mauthausen dove muore proprio il giorno della Liberazione, il 25 aprile del 1945.

Lapide viale Monza 102 In memoria di Luciano Gabellini e Silvano Polenghi