Skip to main content

Pietre d'inciampo

Pietra di inciampo Nolo dedicata ad Angelo Aglieri

Viale Monza 23

In memoria di Angelo Aglieri

Dipendente del Corriere della Sera e probabilmente attivo in formazioni partigiane, Angelo viene arrestato a Milano il 25 maggio 1944. Dopo l’incarceramento a San Vittore, viene deportato a Fossoli, poi a Bolzano e infine a Flossenbürg, dove muore il 24 dicembre 1944, un giorno prima del suo 30° compleanno.

Via Battaglia 41

In memoria di Ugo Milla

Dopo l’emanazione delle leggi razziali, la famiglia Milla cerca di ottenere il riconoscimento di “ebreo discriminato” facendo valere il passato garibaldino del padre. Tuttavia, viene concessa solo a Max, fratello di Ugo e reduce della 1° Guerra mondiale. Ed è così che il 13 ottobre 1943, Ugo viene arrestato insieme ad un altro fratello, Ferruccio. Pochi giorni dopo anche le sorelle seguono la stessa sorte. Amelia, Ferruccio, Laura, Lina e Ugo vengono deportati con il trasporto del 6 dicembre 1943 dal Binario 21 e saranno immediatamente inviati alle camere a gas all’arrivo ad Auschwitz.

Pietra inciampo NoLo Ugo Milla
Pietre inciampo Nolo Romano Perelli

Via Oxilia 13

In memoria di Romano Perelli

Nato in provincia di Ferrara, Romano si trasferisce a Milano probabilmente in cerca di lavoro. Nel capoluogo lombardo viene assunto alla Breda, dove svolge la mansione di falegname. Nel marzo del 1944, prende parte agli scioperi e, per questo motivo, viene arrestato 4 giorni dopo la fine delle proteste. Deportato a Gusen, muore l’8 dicembre del 1944 all’età di 44 anni.

Via Oxilia 21

In memoria di Giuseppe Ceccatelli

Di religione cattolica, Giuseppe ottiene la dispensa papale per sposare Lidia Colombo, ebrea. Quando il cognato viene arrestato, si adopera per la sua liberazione mettendo a disposizione 250.000 lire, ma il denaro viene sequestrato e Giuseppe arrestato con l’accusa di aver tentato di proteggere un ebreo. Giuseppe viene quindi deportato a Mauthausen, poi trasferito a Gusen, dove muore il 22 giugno 1944 all’età di 32 anni.

Pietre di inciampo Nolo Giuseppe Ceccatelli
Pietre inciampo Nolo Ines e Olga Revere

Viale Monza 90

In memoria di Olga e Ines Revere

Le sorelle Olga e Ines nascono a Mantova rispettivamente nel 1897 e nel 1902. Sarta e modista, le due donne condividono anche l’attività lavorativa. Denunciate dalla portinaia per le loro origini ebraiche, vengono arrestate e deportate ad Auschwitz il 30 gennaio del 1944. Da questo momento, si perde ogni traccia delle sorelle.

Via Padova 100

In memoria di Dante Villa

Dante nasce il 2 luglio 1944 in via Padova 100. Lavora come operaio alla Innocenti di Lambrate e il 1° marzo del 1944 sceglie di aderire allo sciopero generale indetto dal Comitato di Liberazione. Il 10 marzo le SS entrano nello stabilimento di Lambrate e arrestano 15 operai, tra cui Dante. Condotto a San Vittore, viene trasferito a Bergamo e da qui deportato a Mauthausen. Muore il 22 aprile del 1945.

Pietra inciampo Dante Villa